car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-66

Tesla Model S Plaid: un viaggio per l’Europa

In questa prova guideremo Tesla Model S Plaid per una prova su strada per le strade europee. Era maggio 2018 quando per la prima volta Tesla è approdata sulle pagine di Car Shooters. Avevamo in prova una Model S 100D, fresca di restyling. Per noi era una grande novità, la prima elettrica, la prima Tesla, tutta quella tecnologia ci ha lasciato letteralmente a bocca aperta. Oggi, per questa prova su strada un po’ itinerante, abbiamo l’ultima versione di questa berlina, in una declinazione decisamente interessante. Siamo infatti alla guida della Plaid, con ben 1020 cavalli di potenza. Mai nessuna auto si è spinta così oltre sulle nostre pagine.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-32

Rispetto alle nostre classiche prove su strada, questa volta ci siamo spinti un po’ oltre. Abbiamo varcato i confini nazionali per provare com’è realmente l’esperienza di viaggio su un’auto elettrica. Complice una scommessa tra amici, ci siamo chiesti se fosse possibile percorrere un viaggio lungo in tempi paragonabili a quelli di un’auto endotermica. Siamo quindi partiti da Firenze alla volta di Bruxelles, per una tratta di ben 1300km, percorsi tutti in giornata.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-33car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-34car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-35

Appena saliti in macchina, ci dirigiamo verso la prima meta. Il Supercharger di Grandate (Como, Italia). Quasi 400km in cui abbiamo avuto modo di testare la vera autonomia autostradale di questa nuova Model S. Con traffico quasi assente, con quindi una media di velocità molto alta, siamo arrivati al supercharger di Grandate con il 10% di carica residua, percorrendo quindi 370km con l’85% di batteria. Niente male! Nonostante i cerchi da 21 pollici ed i tre motori i consumi sono molto ridotti.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-22car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-12car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-16

In questa breve pausa, cogliamo l’occasione per rifocillarci e dare un occhiata più approfondita a come sono cambiati gli interni di Model S. Un bel passo in avanti, i cambiamenti son radicali se pur mantengono il classico stile minimalista della casa americana. La qualità percepita è alta, Tesla ha fatto passi da gigante negli ultimi anni per porre rimedio a questo aspetto criticato nelle automobili di precedente generazione. Il cambiamento principale negli interni è la nuova disposizione degli elementi: il display centrale diventa ora orizzontale ed orientabile, per una fruizione dei contenuti più agevolata. A differenza di Model 3 ed Y troviamo anche un cruscotto tradizionale, con i principali dati di guida. Poco personalizzabile, ma fa comunque il suo dovere. Grazie all’indicazione dei dati di guida sul cruscotto il display centrale ha più spazio per le applicazioni. Infatti, sempre a differenza di Model 3 ed Y, è possibile affiancare la vista dei contenuti audio estesa al navigatore.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-23car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-10car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-6

Protagonista indiscusso il tanto particolare, quanto criticato, Yoke. Inizialmente è abbastanza controintuitivo da usare, molte manovre risultano scomode e macchinose. Dopo un po’ si fa certamente l’abitudine, ma poco cambia: uno comando sterzo tradizionale è comunque più adatto. Model S nasce con lo Yoke, poi reso optional a favore di un volante dalle forme più tradizionali.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-38car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-37car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-39

Circa 20 minuti e riprendiamo il viaggio, giungiamo in poco tempo in Svizzera dove troviamo la prima, unica, ed interminabile coda di tutto il viaggio. Coda dovuta all’ingresso contingentato nel tunnel del Gottardo. Grazie ai bassi limiti di velocità elvetici ed al traffico il consumo medio si abbassa, permettendo di avere un’autonomia sensibilmente maggiore. Dopo un numero interminabile di ore, attraversato il tunnel, vista la stanchezza decidiamo di fare una sosta per riposarci. Secondo le nostre stime l’auto ci permetterebbe di percorrere ancora più di 200km. Per non rendere vana la sosta anticipiamo la ricarica e quindi pit-stop al Supercharger di Flüelen, situato poco prima di Lucerna.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-40car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-41car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-47

Questo particolare supercharger è affacciato su un lago ed è dotato di una piccola lounge con divanetti, aria condizionata e macchinette per bevande. In questo caso ci siamo stancati prima noi dell’auto, la ricarica quindi è stata un po’ inefficiente perché partiti con più del 50% di SoC. In pochi minuti siamo quindi ripartiti con la batteria quasi completamente carica.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-27car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-28car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-29

Dopo una breve passeggiata per sgranchire le gambe diamo un’occhiata più approfondita anche agli esterni della nuova Model S. I cambiamenti sono certamente meno evidenti in quanto la linea è rimasta pressoché invariata. L’auto è stata allargata per far fronte ad una potenza così elevata, non ci sono più cromature e cambia leggermente il design del posteriore in quanto non è più presente il fascione che interrompe i fanali e quest’ultimi sono anche stati resi più scuri.

dscf2888car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-43car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-13

Arrivati finalmente a Basilea facciamo una piccola deviazione dal percorso originale dirigendoci verso le autobahn teutoniche. Abbiamo così avuto modo di sfoderare tutti e 1020 cavalli di questa berlina. Impostiamo la modalità Plaid sul monitor centrale e diamo fondo al pedale destro. I tre motori (due al posteriore ed uno all’anteriore) forniscono una spinta che definire impressionante è forse riduttivo, mai provato niente del genere. La prima volta intimorisce, le successive ti lasciano senza fiato. A qualunque velocità si decide di affondare Model S Plaid ti attacca al sedile. Lo 0-100, al netto del tempo di rollout, è coperto in 2.1 secondi; ancora più impressionante lo 0-200 che è coperto in circa 7 secondi. Stupefacente per una berlina di questa mole. La velocità massima che riesce a raggiungere la versione in prova è di 260km/h autolimitata. Equipaggiando il track package si sblocca la velocità massima di 322km/h.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-30car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-31car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-2

I tre motori di Model S Plaid sono rivestiti in fibra di carbonio e non in una più tradizionale lega metallica. Grazie a questo i motori permettono regimi di rotazione altissimi senza problemi dovuti a temperature elevate. Inoltre la gestione termica della batteria, frutto dell’innegabile know-how di Tesla nella realizzazione di vetture elettriche di avere queste prestazioni e reattività pressoché invariate fino al 20% di stato di carica.

dscf3274dscf3275car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-4

Sosta successiva in Francia, al Supercharger di Vendenheim, nei dintorni di Strasburgo. Stazione di ricarica nel parcheggio di un grande centro commerciale. Valido alleato durante questo viaggio è stato il sistema di assistenza alla guida Autopilot, basato ora interamente su Tesla Vision. Cruise control adattivo e mantenimento di corsia ora fanno affidamento solamente sulle telecamere di cui è dotata l’automobile. Altra piccola coccola che ci fa questa automobile è il display per i passeggeri posteriori su cui è possibile vedere Netflix, YouTube, Disney Plus o Twitch anche durante la guida.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-54car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-20car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-56

Ultima sosta poco dopo l’ingresso in Belgio, al Supercharger di Arlon, questa volta situato nel parcheggio di un grande hotel. Non avendo possibilità di ricarica a destinazione decidiamo di stare qualche minuto in più.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-58

Giungiamo quindi a Bruxelles in tarda notte con circa il 25% di carica residua. Il totale di tempi di ricarica per percorrere 1300km è stato di un’ora e venti minuti divisi su 4 soste (Grandate, Flüelen, Vendenheim e Arlon). La risposta al quesito iniziale è quindi -sì-: è possibile percorrere un viaggio così lungo con tempi del tutto paragonabili ad un’automobile endotermica.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-65car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-64car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-66

Il giorno dopo ci dedichiamo all’esplorazione di Bruxelles percorrendo le strade cittadine nel più totale comfort e silenzio. Model S, grazie a delle piccole casse posizionate sui poggiatesta, offre un particolare sistema di cancellazione del rumore. Attivandolo il rumore proveniente dal rotolamento degli pneumatici e dal traffico esterno viene sensibilmente attenuato. Comfort eccezionale dovuto anche al sistema di sospensioni pneumatiche, grazie al quale è possibile anche variare l’altezza dell’automobile a seconda delle condizioni. Nei giorni dopo ci siamo dedicati alle altre cittadine belghe, percorrendo un totale di 5000km in dieci giorni, senza alcun problema.

car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-62car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-63car-shooters-tesla-model-s-plaid-prova-su-strada-61

Al momento della pubblicazione Model S non è ovviamente incentivatile a livello nazionale, e parte da 95.990 euro nella versione Long Range, per arrivare a 110.990 euro nella versione Plaid. Tutte le colorazioni sono di serie, senza sovrapprezzo. È possibile configurarla con il set di cerchi da 21 pollici per 4.950 euro, variare il colore degli interni per altri 2.500, aggiungere lo Yoke per 1.000 e decidere la versione di autopilot per altri 3.800 (avanzato) o 7.500 euro (FSD). Prezzi certamente non comuni, ma perfettamente in linea per ciò che questa berlina riesce ad offrire. Un perfetto mix tra prestazioni, autonomia, comfort e capacità di ricarica ancora irraggiungibile per molti altri brand.

 

Bonus images: