museo-nicolis-2

Le novità dell’edizione 2017 di Auto e Moto d’Epoca

Auto e Moto d’Epoca conferma di essere il più grande salone della cultura dell’auto in Europa, lo è perché nelle quattro giornate padovane è possibile ripercorre la bellezza e la storia delle classiche del passato, assaporare le novità contemporanee e, grazie al Future Hub, toccare con mano l’evoluzione della mobilità del futuro. L’auto, al Salone di Padova, non è solo un oggetto da osservare, ammirare, acquistare ma è emblema dell’ingegno umano, in grado di racchiudere in un solo elemento (l’automobile appunto) meccanica, ingegneria, estetica e passione. L’auto come specchio dei mutamenti sociali e delle abitudini che hanno caratterizzato intere generazioni; l’auto come mito, l’auto protagonista di emancipazioni passate e future.
Tutto questo è AME 2017 che continua a crescere: in numeri, auto e spazi espositivi. Dopo il successo dell’edizione 2016, dove si sono contati oltre 100 mila visitatori nell’area fieristica e 30 mila nel fuori salone, 16 case automobilistiche internazionali e oltre 4.500 auto e moto d’epoca provenienti da tutto il mondo, la 34a edizione si annuncia ancora più intensa, inedita e diversa da tutte quelle che l’hanno preceduta.
Molte le novità del 2017, si parte dall’avveniristico Future Hub, uno spazio espositivo, che sorgerà di fronte all’ingresso del salone, ad entrata gratuita, dedicato alle auto ibride ed elettriche di oggi e di domani e si arriva ad AME U30, uno spazio-evento interamente dedicato ai giovani concepito come punto di incontro e discussione dove i ragazzi potranno approcciare in vario modo i temi dell’auto, della mobilità, del design, della moda. Lo spazio ospiterà anche start up innovative del settore auto e non. Sempre nell’ambito dello spazio U30 troverà posto la community MyFirstClassic formata da ragazzi che si vogliono avvicinare al mondo dell’auto attraverso la passione per l’auto classica.
Dentro i padiglioni, 90mila metri quadrati di esposizione, le migliori Case automobilistiche mostrano la loro visione del futuro e la grande storia che le ha portate a concepirla. Sempre all’interno del quartiere fieristico, le nuove Classic Square e Area S per i dealer europei e la nuova Area N per i privati con auto in vendita aumentano lo spazio dedicato al più grande mercato europeo di auto classiche: ben 5000 nel 2017.
Non si tratta solo di affiancare modelli d’avanguardia e auto che hanno fatto la storia, ma di rendere visibile il filo rosso che trasferisce i valori fondamentali che animano ogni singola Casa dai modelli del passato a quelli che già guardano al futuro. A Padova si riflette ciò che rende ogni auto riconoscibile e diversa: l’emozione che l’accompagna.
Tra gli stand, in mostra i modelli più belli di tutti i tempi a fianco alle auto di ultima generazione di Audi, Citroën, Jaguar, Maserati, Mercedes-AMG, Pagani, Peugeot, Porsche, Tesla e Volvo. A questi si aggiunge FCA Heritage che, per la prima volta a Padova, partecipa con i quattro marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Abarth, 2 ultimi modelli, 5 vetture che hanno fatto la storia e i nuovi servizi dedicati agli appassionati.

© Ufficio Stampa Auto e Moto D’Epoca